mercoledì 10 agosto 2022

Marrakech: indirizzi gastronomici per pranzare o per una piccola pausa

Durante il nostro soggiorno a Marrakech abbiamo potuto provare alcuni dei ristoranti più conosciuti, più instagrammati e trendy di questa affascinante città marocchina, e siamo stati piacevolmente sorpresi del livello, della varietà delle cucine e dei locali incontrati. Ecco dunque una selezione delle nostre scelte culinarie che riguardano una pausa pranzo o una semplice sosta per riposarsi dalle fatiche delle visite dei siti turistici o dello shopping di Marrakech.


GRAND CAFE' DE LA POSTE    angolo Boulevard El Mansour Eddahbi/ Avenue Iman

                                                       524433038

                                                       https://www.grandcafedelaposte.restaurant/ 

Grand Café de la Poste

GIUDIZIO                                                                                                                                    Il Grand Café de la Poste è stata la nostra prima tappa gastronomica in Marrakech e ci siamo fermati qui per il pranzo dopo aver visitato il vicino Jardin MajorelleQuesto ristorante/brasserie/caffè è situato infatti fuori delle mura della Medina, nel quartiere Guéliz. 

E' questo un locale storico, essendo stato costruito negli anni '20 dello scorso secolo, sotto il protettorato francese. All'epoca però fungeva sia da Caffè che da ufficio postale.

il Grand Cafè de la Poste cent'anni fa 

Si racconta che fu questo il luogo in cui il pittore Jacques Majorelle incontrò il generale francese Lyautey e con lui s'intrattenne a discorrere sul Marocco, innamorandosi di questo Paese. 

Più tardi il Pacha Thami El Glaoui comprò la proprietà e il locale, con annesso un hotel, venne ribattezzato Café Pacha. Poi divenne di nuovo un ristorante, per essere abbandonato in seguito per 12 anni. E' stato infine ristrutturato e riaperto nel 2005.

La facciata del Grand Café de la Poste ha mantenuto il suo aspetto originale. Davanti all'ingresso si trova una terrazza e un pergolato.

La sala al pian terreno è scenograficamente occupata da uno scalone che conduce al primo piano, dove si trova un salone rilassante con divani in velluto e sedie in rattan in cui Pierre Bergé era solito recarsi a leggere.

scalone del ristorante

scalone del ristorante

L'ampia sala del piano terra è arredata con gusto ed eleganza. 

sala piano terra

sala del piano terra

L'ambiente appare come una brasserie in stile retrò coloniale, con soffitto in travi a vista, pavimento in marmo a scacchi bianchi e neri, sulle pareti piastrelle lucide sino a metà altezza e stucchi intarsiati, persiane di color ebano, arredata con tavolini in marmo, sedie in legno e pelle, poltrone in pelle, lampade sospese e da terra dall'aspetto vintage, ventilatori a pala appesi al soffitto e grandi vasi in terracotta con fronde di palme.

mise en place

particolari della decorazione della sala

Il menù propone specialità della cucina francese e marocchina, ma noi per mantenerci leggeri in previsione delle nostre visite della città, abbiamo optato per due insalate di pollo e di salmone . La presentazione dei piatti e il servizio sono molto curati.

insalata di pollo

insalata di salmone

cialda con ananas

caffè con dolcetti

Un buon locale sia dal punto di vista culinario che dal punto di vista storico, dall'atmosfera calda d'altri tempi.

______

NOMAD                                         1 Derb Aarjan

                                                        524381609

                                                        https://nomadmarrakech.com/

Nomad

GIUDIZIO                                                                                                                           Questo bistrot marocchino alla moda si trova vicino a Jemaa el-Fna, tra la caratteristica Place des Epices e Souk Laghzell'ex mercato degli schiavi. L'interno del locale è caratterizzato da arredi semplici tradizionali con richiami agli anni '50/'60 e pareti decorate da poster cinematografici vintage.

sala interna

sala interna

Ci si può anche accomodare ai tavoli posti sui due livelli di terrazze del tetto, e pranzare sotto i raggi del sole, magari schermati da uno dei cappelli di paglia messi a disposizione che riportano il nome del locale ricamato sopra.

terrazza di Nomad

Seduti su divanetti dai grandi cuscini ci si può rilassare osservando la piazza sottostante brulicante di attività.

Place des Epices vista dalla terrazza di Nomad

Il menù si basa sulla cucina tradizionale locale con elementi della gastronomia internazionale. I piatti da noi scelti erano leggeri ed interessanti. E' questo uno dei tanti ristoranti della Medina in cui non sono venduti alcolici, e perciò bisogna pasteggiare con acqua, birra non alcolica o un fresco succo di frutta.

cavolfiore alla curcuma arrosto con purea di cavolfiore al cardamomo, quinoa marocchina con lenticchie ed erbe fresche

insalata di lenticchie con barbabietola arrostita e formaggio di capra di Essaouira

Affogato marocchino: Espresso con cannella, cardamomo e noce moscata su gelato alla vaniglia e mandorle tostate

torta al cardamomo e zenzero con scorza d'arancia caramellata e gelato da vaniglia

succhi di frutta

_______

LE JARDIN                                    32 Souk Sidi Abdelaziz

                                                         524378295

                                                         https://lejardinmarrakech.com/

Le Jardin

GIUDIZIO                                                                                                                                    Se vi trovate all'ora di pranzo nella Medina, nel Souk El Jeld, vicino alla Moschea Ben Youssef, posso consigliarvi una sosta in quest'oasi verde per degustare in pieno relax qualcosa di buono, o semplicemente un succo di frutta o verdura, o un thè alla menta.

ingresso al patio de Le Jardin

Il ristorante si trova ambientato in un riad del XVII secolo.

La location di questo locale (dello stesso proprietario degli ancor più conosciuti Café des Epices e Nomad), è rilassante, anche se è un ristorante molto gettonato e quindi affollato. Il verde è un colore riposante, e qui oltre alla ricca vegetazione composta da palme, bambù, banani e piante tropicali del patio, verdi sono anche il pavimento, le pareti che vi circonderanno, le porte, le finestre e i ripiani piastrellati dei tavoli.

patio de Le Jardin

tavoli nel patio

ingresso ad una sala interna

angolo bar del patio

patio e scala per salire alla terrazza

particolari d'arredamento

angolo del patio

Al piano superiore del patio vi sono una terrazza e un negozio che vende i famosi caftani alla moda di Nora Ayron.

Simpatica anche la decorazione degli interni con richiami allo stile anni '60.

sala interna 

Il menù è composto da piatti locali e internazionali interessanti che ben si accompagnano alla proposta di fresche bevande qui non alcoliche (nella Medina non è facile trovare locali che vendano alcool).

succhi: Funny Bazar (mango, lampone, limone, rosmarino e mirtilli) e Secret Garden (mele, cetriolo, lime e coriandolo)

insalate Marocchine

insalata di carote arrosto, pistacchio, formaggio e menta

insalata di quinoa, pollo, avocado, pomodoro e salsa pistou

caffè

Un posticino rigenerante in tutti i sensi.

_______

CAFE' DES EPICES                              75 Rahba Lakdima

                                                                  524391770

                                                                  https://cafedesepices.ma/

Café des Epices

GIUDIZIO                                                                                                                Uno dei "must" della città rossa, fotografato e postato da tutti sui social network per dire "...ci sono stato", è sicuramente il Café des Epices, un locale da frequentare dalla colazione alla cena.

cappello del Café des Epices

Questo caffè/ristorante si trova nella parte settentrionale della Medina, nel cuore dei Suk, e affaccia sulla caratteristica Place Rahba Lakdima ("Piazza Vecchia"), anche chiamata Place des Epices ("Piazza delle Spezie" da cui prende nome il locale), occupata da bancherelle e negozi di ogni genere (spezie appunto, ma anche accessori in vimini, profumate fragranze e prodotti di bellezza tradizionali).

Place Rahba Lakdima o Piazza delle Spezie

L'edificio che ospita questo noto locale s'identifica dal colore rosso tadelakt della sua facciata e si articola su tre livelli: oltre i tavolini all'interno del pian terreno e all'esterno sotto ombrelloni in vimini che occupano una parte della piazza, ci si può accomodare nella sala al primo piano arredata in stile minimalista, con tavoli bassi e sedie in legno, davanti ad ampie vetrate. 

tavoli all'esterno del pian terreno del Café des Epices

sala del primo piano


vetrata della sala del primo piano

sala del primo piano

Place des Epices vista dalla vetrate della sala del primo piano

Ma l'ambiente più gettonato è la sua soleggiata terrazza del secondo piano dalla quale osservare la movimentata piazza sottostante o gettare lo sguardo all'orizzonte sui tetti del Medina sui quali svetta il minareto della Moschea Koutoubia.

terrazza del Café des Epices

ombreloni della terrazza

Place Rahba Lakdima vista dalla terrazza del Café des Epices

artigianato a Place Rahba Lakdima

minareto della Koutoubia dalla terrazza del Café des Epices

La terrazza è sempre affollatissima e il servizio è un po' caotico.

Noi ci siamo stati nel tardo pomeriggio, per bere un rinfrescante mocktail e un tè speziato.

Mojito limone, menta e zucchero di canna

Tè speziato

Non si può dire che in questo locale l'atmosfera non sia piacevole e quindi credo che davvero meriti una visita ....e così anche noi abbiamo potuto dire "...di esserci stati"!

________

LA FAMILLE                                 42 Riad Zitoun Jdid

                                                          524385295

                                                          lunedì/sabato   12.00/16.00

                                                          https://www.lafamillemarrakech.com/

La Famille

GIUDIZIO                                                                                                                          Sempre nella Medina, vicino al Palazzo El Bahia e al Museo Dar Si Said, si trova un altro posticino con tavoli che vale la pena di provare: La Famille.

il giardino de La Famille

Varcato un modesto ingresso che a mala pena si nota camminando lungo una via pedonale, si entra in una vera oasi di verde, un giardino distribuito su due livelli dove, seduti a tavoli da condividere a volte con altri, si può pranzare sotto l'ombra dei limoni.

la vegetazione del giardino

I tavoli sono ben apparecchiati in stile shabby chic e con materiali naturali.

il nostro tavolo

Il locale, aperto da una signora europea, è gestito da sole ragazze.

angolo cucina

Da una cucina a vista escono piatti freschi e semplici di cucina vegetariana. La scelta non è estesa, ma le proposte rustiche dall'influenza mediterranea sono buone, accompagnate da pane arabo fatto in casa e da un bicchiere detox di acqua frizzante, menta e limone.

acqua detox

insalata e pane arabo

"Pizzeta": focaccia con crema di funghi, pere, fichi secchi e basilico

insalata con semola d'orzo, melone, avocado, limone confit, formaggio, semi di zucca e menta

torta con mascarpone e lamponi

Nell'angolo boutique di questo locale si possono anche acquistare decorazioni in legno, ottone, vimini e gioielli.

angolo boutique

 
________

BACHA COFFEE                            Route Sidi Abdelaziz

                                                            Dar El Bacha - Musée des Confluences

                                                            5 24 38 12 93 (prenotazione consigliata!)

                                                            martedì/domenica 10.00/18.00

                                                            https://bachacoffee.com/

Bacha Coffe

GIUDIZIO                                                                                                                                   E "dulcis in fundo" ...o meglio "caffè in fundo"... per unire cultura e raffinatezza, degustando un buonissimo caffè, vi consiglio di recarvi al Bacha Caffe.

E' questo un Caffè posto nel cuore della Medina di Marrakech, nel cortile del Dar el Bacha ("Casa del Pascià"), palazzo costruito nel 1910 da Thami el Glaoui che nel 1912 divenne pachà. Furono ospiti e visitarono questo palazzo grandi personalità dello spettacolo e statisti: Colette, Josephine Baker, Maurice Ravel, Charlie Chaplin, Winston Churchill, Franklin D.Roosevelt.

Il caffè che veniva offerto dal pascià a questi illustri ospiti era contenuto in brocche di cristallo e versato in tazzine di fine porcellana.

Dopo la seconda guerra mondiale il palazzo e il suo storico Bacha Coffe vennero chiusi per 60 lunghi anni. 

Oggi parte del palazzo, dopo essere stato sottoposto ad un attento restauro, ospita il Musée des Confluences e il Bacha Coffe

cortile del Dar El Bacha dove si trova il Bacha Coffe

entrate della sala degustazione e del negozio del Bacha Coffe

CURIOSITA': Sembra che il primo commerciante di caffè tra la regione di Kaffa in Etiopia ed Al-Mukha (conosciuta anche come Moka), città dello Yemen, fu lo studioso marocchino Abou Hassan al-Chadhili, dopo che era stato guarito grazie a questa bevanda.

Entrando nella sala centrale di questo elegante locale e nelle tre piccole sale che la circondano si respira immediatamente un'atmosfera d'altri tempi: pavimento in marmo a scacchi bianchi e neri, sedie di velluto ocra o indaco, tavoli tipo bistrot, lampadari in ottone, porte in legno di cedro intagliate, grandi vasi con kenzie posti su semicolonne, zelliges, quadri con opere d'arte marocchine e specchi alle pareti, carta da parati art decò...

sala centrale del Bacha Coffe

grande lucernario e decorazione a graticcio della sala centrale

grandi vasi con kenzie

particolari dell'ambiente

accesso ad una saletta laterale

angolo di una saletta

sala con camino

saletta laterale

pavimenti a zelliges 

angolo di una saletta

...tazzine in porcellana, posate e bicchieri d'argento e camerieri che indossano impeccabili divise bianche e nere, e come copricapo portano un fez.

divise eleganti e tradizionali

servizio eccellente

Mensole con lattine di caffè arancioni e nere, ben allineate e dall'aria retrò, decorano la parete dietro il bancone riccamente decorato. 

mensole con lattine di caffè

bancone nella sala centrale

Quando al tavolo portano i menù accompagnati da pagine che racconto la storia e il mondo che gira intorno al caffè, l'imbarazzo della scelta è notevole...un viaggio nel mondo intero racchiuso in una tazzina.

...buona lettura!

In questo locale una tazza di caffè è preparata ad opera d'arte, con una delle 200 miscele di caffè 100% Arabica (grand crus, miscelato, aromatizzato e decaffeinato), prodotte in più di 30 paesi (una scelta infinita!), servita con caffettiera a collo di cigno a doppia parete (per mantenere il caffè caldo più a lungo), accompagnata con panna Chantillycristalli di zucchero e semi di vaniglia. 

caffettiera a collo di cigno 

i caffè con panna montata, macinino per grattugiare i semi di vaniglia e un buon dolce d'accompagnamento

il servizio

Si possono gustare caffè caldi e caffè freddi, ma anche tè, accompagnati da torte, pasticcini e dessert. Ma se l'ora è quella giusta ci si può recare in questo locale anche per far colazione o per pranzare.

CURIOSITA': Per dare forza ai guerrieri prima di una battaglia, gli Oromos, tribù nomade del corno d'Africa, usavano mischiare le bacche della pianta del caffè con burro chiarificato (ghee).

fila di caffettiere dorate

fila di lattine di caffè

Adiacente al Caffè si trova il piccolo negozio in cui poter comprare le numerose miscele.

ingresso del negozio Bacha Coffe

negozio Bacha Coffe

Il Bacha Coffe è un locale di classe con un servizio impeccabile, dove rilassarsi dopo la visita della città e di questo museo (il Caffè è infatti accessibile solo pagando il biglietto d'ingresso al museo). La lunga attesa per poterci sedere ad uno dei suoi tavolini è stata subito dimenticata davanti ad una tazzina del loro caffè.


CONCLUSIONI                                                                                                                         A Marrakech non manca certo la scelta di buoni locali dove pranzare o sorseggiare un buon tè. Tra cucina marocchina tipica, marocchina rivisitata, cucina francese, salutistica o internazionale, ce n'è per tutti "gusti". Spero di avervi dato uno spunto secondo le vostre necessità, sia che si tratti di una "piccola" fame, la voglia "di qualcosa di buono" o il voler scoprire i piatti della tradizione culinaria di questa città. Una pausa rilassante a metà giornata, tra visite di musei e shopping nella Medina, è proprio quello che ci vuole per "ricaricare le pile" e proseguire con l'energia necessaria per affrontare nuovi cammini.