giovedì 16 febbraio 2012

Castelli della Loira: Amboise e Chenonceau




Il nostro primo weekend in Francia lungo la Loira, ci ha portato a visitare due tra i più belli e conosciuti castelli di questa regione: il castello reale di Amboise, e il castello di Chenonceau chiamato anche il "castello delle dame" perché fu abitato da regine e amanti del re.


AMBOISE
www.amboise-valdeloire.com
(anche in italiano)
 
Questa cittadina che ha dato i natali a Carlo VIII, che ha visto Francesco I ospitare nei suoi ultimi anni di vita il genio di Leonardo da Vinci, è meta di moltitudini di turisti che vengono per visitare sia il suo castello, che Clos-Lucé, dove visse appunto Leonardo.
Nel suo centro storico intorno al castello si trovano la torre dell'orologio e St-Denis, dove una Sepoltura policroma raffigura i membri della famiglia Babou.


torre dell'orologio

Sepoltura in St-Denis

castello di Amboise
CHATEAU D'AMBOISE

www.chateau-amboise.com 
Orari: vedere sito (anche in italiano)
Costo 10€ o +  audioguida 14€
                               (in italiano)

Nel centro dell'abitato di Amboise, sulla riva sinistra della Loira, sorge questo castello trasformato in reggia da Carlo VIII alla fine del 1400. Francesco I chiamò a questa reggia Leonardo da Vinci, nel 1516,  e nel 1560 fu teatro del massacro degli ugonotti.



Appare molto imponente, e sembra davvero dominare ciò che lo circonda.
Non si è conservato interamente, ma quello che rimane dà l'idea della grandiosità e del fasto dei suoi tempi migliori.

cappella St-Hubert


Salendo sulla sua terrazza si può ammirare il panorama della Loira, e visitare la Cappella St-Hubert, di stile gotico fiammeggiante dove è posta la presunta tomba di Leonardo, sotto una lastra di granito.

interno St-Hubert
portale di St-Hubert


















Il Logis du Roi (appartamento del re), è costituito da un'ala gotica e una rinascimentale, unite da una torre (tour des Minimes) con all'interno una rampa elicoidale di grande effetto, che veniva percorsa anche dai cavalieri a cavallo.

Gli arredi degli interni sono sia gotici che rinascimentali, e parte in stile impero. Da ammirare è la sala delle guardie con le volte del soffitto poggianti su una sola colonna.

arredamento stile impero

Arredamento interno















CLOS-LUCE

www.vinci-closluce.com
Orari: vedere sito (anche in italiano)
Costo   10/13€ secondo stagione

Clos-Lucé
parco di Clos-Lucè


Fu donato da Francesco I a Leonardo, che qui visse tre anni, prima di morirvi. All'interno è stata ricostruita la camera da letto del grande genio, come appariva da un quadro; molto belle sono anche la cappella e la cucina. Nel parco che circonda questa dimora, invece, sono collocate riproduzioni di invenzioni del maestro.





PASTICCERIA                     BIGOT
                                              www.bigot-amboise.com
                                              Place du Chateau


GIUDIZIO
Questa pasticceria e sala da tè (LE FOURNIL) nel centro di Amboise, è una dolce pausa da non farsi mancare. C'è solo l'imbarazzo della scelta.
                                               


CENA                                     L'ALLIANCE
                                                www.restaurant-amboise.com
                                                14 rue Joyeuse
                                                 02 47 30 52 13

GIUDIZIO
Il ristorante, non lontano dal castello, ha un bel decoro, elegante e sobrio.
Durante la nostra visita (marzo 2009) assaggiammo il loro astice all'armoricana, una vera delizia, come anche il resto della cena. Il servizio era curato e gentile.
In occasione di un nostro secondo viaggio nella zona non trovammo posto: meglio prenotare!


MAISON D'HOTES                   VILLA MARY
                                                  www.villa-mary.fr
                                                  14 rue de la Concorde
                                                  02 47 23 03 31
                                                  camera Rose 105/120 €
                                                  colazione inclusa

salone di Villa Mary


GIUDIZIO
Questa Maison d'hotes di fascino, posta proprio sotto il castello, si affaccia anche sulla Loira: ottima posizione per fare i turisti e i romantici.
salotto camera Rose




La nostra camera sui toni del rosa acceso, con tappezzerie toile de jouy, camino e angolo salotto, ha una spettacolare vista sulla Loira, apprezzabile soprattutto al tramonto.






Il nostro bagno sempre sui toni della camera, è spazioso, con vasca e doppio lavandino. Le toilette è separata.

vista sulla Loira dalla nostra camera


    





camera Rose



















 
E' una bella camera alla francese, con lo charme che la caratterizza.



salone maison d'hotes
L'arredamento della maison è molto elegante e raffinato, il salone sui toni dell'azzurro è molto rilassante.

sala colazione











La sala della colazione, un po' più austera, accoglie per ottime colazioni.
La padrona della maison è molto gentile e riservata.

                   Un ottimo indirizzo.



Chenonceau
CHATEAU DE CHANONCEAU

www.chenonceau.com
Orari: vedere sito
Costo 11€  o +audioguida 15€

La mano femminile si avverte nella raffinatezza di questo castello, che dalla creazione in poi (1513) è stato sempre sotto lo sguardo attento di donne famose: Katherine Briconnet, Diana di Poitiers, Caterina de' Medici, Madame Dupin: ecco perché si chiama "castello delle dame".

La sua caratteristica più evidente è che, come un ponte, si trova a cavallo del fiume Cher.

E' un castello ricco di opere d'arte, tra le quali
"Le tre grazie" di Van Loo, "L'educazione di Amore" del Correggio,
e "Ritratto di Diana di Poitiers" del Primaticcio.

Le tre grazie - Van Loo
L'educazione di Amore - Correggio




















L'interno è ricco dell'arredamento delle dame che hanno risieduto qui, e il gusto dei diversi appartamenti le rispecchia.
Impressionanti sono le camere appartenute a Luisa di Lorena che si ritirò in questo castello quando divenne vedova e, anche se vestiva di bianco (colore della vedovanza), le pareti del suo appartamento erano tutte colorate di nero.






Notevole è la cucina ricchissima di pentolame in rame e di tutto ciò che tutti i grandi cuochi ambirebbero avere. E' un luogo che, per i tanti oggetti esposti, attira tantissimi sguardi curiosi e sembra che qui non molto sia cambiato da allora.



Molto piacevole è trovare in ogni locale che si visita, bellissime composizioni artistiche di fiori, che rendono più accogliente il castello, come anche d'inverno alcuni camini accesi.




Anche l'esterno del castello sembra diviso da una palese gelosia e voglia di primeggiare da parte delle due donne più famose che lo hanno abitato: ci sono i cosi chiamati giardini di Caterina de' Medici, e quelli di Diana di Poitiers.






CONCLUSIONI 
Un weekend all'insegna del romanticismo, dello charme e della cultura.
Scegliendo un periodo di poca affluenza turistica, questi castelli sono certamente piacevoli da visitare, tuffandosi nel tempo passato e assaporando l'atmosfera regale che ovunque "regna".
Avendo più giorni a disposizione per visitare la regione, gli innumerevoli castelli da visitare sono tutti a pochi chilometri l'uno dall'altro, e si può facilmente pianificare la loro visione.
Possono essere d'aiuto per prendere spunti ed organizzare il viaggio questi siti per il turismo:
www.chateauxtourisme.com
www.loire-chateaux.org
www.leschateauxdelaloire.org
Noi, abitando in Francia, abbiamo trascorso molti fine settimana nella Loira, e davvero merita di essere scoperta, non solo visitando castelli ed abbazie, ma attraversando tanti piccoli paesini lungo il corso del fiume, nel lento percorrere le strade che lo costeggiano.



1 commento:

Anonimo ha detto...

very nice

Posta un commento