venerdì 2 marzo 2012

Sarlat e la Dordogna


La Dordogna, oltre ad essere un dipartimento francese della regione Aquitania, è il fiume che coreograficamente attraversa questo territorio, sulle cui rive sorgono villaggi e castelli che le donano un fascino davvero particolare.
Ma non solo... la Dordogna è ricca di storia, e le sue grotte preistoriche testimoniano il suo antichissimo passato.


Percorrere il corso della Dordogna con una delle sue tipiche imbarcazioni a fondo piatto, chiamate GABARRES, è un'esperienza indimenticabile, che riempie il cuore di voglia di vivere per far parte di quel straordinario disegno divino che è la natura.
Abbiamo visitato questa regione a fine maggio, e le temperature erano già abbastanza alte,  e le giornate erano lunghe e soleggiate: un ottimo periodo per recarvisi godendo a pieno lo spettacolo che offre.


In questa regione si trova uno dei posti che più attirano turisti e appassionati d'arte, per il suo record di concentrazione di monumenti classificati della Francia:

SARLAT

palazzetto storico: Maison de La Boetie
SITO TURISTICO www.sarlat-tourisme.com
UFFICIO TURISTICO   3 rue Tourny

Strade lastricate, edifici religiosi e civili, vie e piazzette, vicoli ed angoli nascosti, si susseguono in modo aggrovigliato, tutti di quel caldo colore miele della pietra calcarea con la quale sono stati costruiti i palazzetti e le case medievali, che ben si sono conservati in questa rinomata località.

L'atmosfera è quella dei film storici che qui hanno trovato la cornice ideale per essere girati, qui dove è così naturale calarsi in un'epoca storica mai dimenticata.

una via di Sarlat




Camminando per le vie lo sguardo non sa dove posarsi, ogni particolare di un portone, di una bifora o di un tetto spiovente fa rallentare il passo.
Nelle antiche botteghe hanno preso posto negozi di souvenir e di gastronomia, che interrompono il godimento artistico per sostituirlo a quello del palato.
E sì, Sarlat è giustamente famosa anche per i suoi prodotti regionali e culinari: si trova nel Perigord Noir, regno del tartufo, delle noci, dei funghi, delle fragole e del foie gras che lo ha reso famoso in tutto il mondo!


Hotel de Grezel


Ogni palazzo meriterebbe di essere commentato, a partire da la MAISON DE LA BOITIE del XVI secolo in stile Rinascimento italiano, seguendo lo stile della corte di Francesco I. Rappresenta l'ascesa sociale dei suoi antichi proprietari, il cui figlio, Etienne de La Boite nato nel 1530 fece divenire insieme al vescovo italiano Nicolas Gaddi, questa residenza il simbolo dell'Umanesimo.

Sainte Marie




L'ex chiesa di SAINTE MARIE, adibita ora a mercato al coperto e sala espositiva, è un edificio del 1500, venduto come bene nazionale nel 1815 e diviso in otto proprietà. E' per questa ragione che manca dell'abside: chi ne era proprietario, la vendette come cava di pietra. A chiudere la navata ora c'è un enorme portale nero.





La piazza dove si affaccia l'HOTEL DE VILLE è affollata di turisti che, sedendo ai tavolini dei caffè che la circondano, ne fanno il salotto di Sarlat.

place de la Liberté
Cattedrale St-Sacerdos

La CATTEDRALE DI SAINT SACERDOS è un misto di stili: da una chiesa romanica del IX secolo si è man mano trasformata, con aggiunte gotiche quando divenne Cattedrale (1317). Altre modifiche si fecero anche nel XVII e XVIII secolo.
E' un po' il fulcro della città.
Dietro alla cattedrale si trova il cimitero più antico di Sarlat e una strana costruzione a forma di missile chiamata la LANTERNE DES MORTS, eretta per commemorare il passaggio di San Bernardo nella città.

Lanterne des Morts

notturno cattedrale







interno cattedrale

cucina del Manoir de Gisson
Di fronte al mercato coperto si trova un bell'edificio chiamato MANOIR DE GISSON, del XIII/XV secolo, costituito da due ali unite insieme da una torre ottagonale che racchiude una scala. Prende posto in questo maniero un'esposizione della giustizia dal medioevo alla Rivoluzione nelle cantine, mentre il resto dell'edificio mostra una residenza borghese del XVII secolo.
www.manoirdegisson.com
Orari secondo stagione
Costo 7€
Manoir de Gisson


ALBERGO                      HOTEL LA COULEUVRINE
                                         www.la-couleuvrine.com
                                         1 place de la Bouquerie
                                         05 53 59 27 80
                                         camera superior 70€
                                         colazione 9€

hotel la Couleuvrine




GIUDIZIO
Abbiamo scelto questo albergo per la sua ambientazione in un edificio del XIV secolo, ricavato dalle mura e da una torretta difensiva della città.
Gli ambienti sono di fascino, arredati con mobili antichi e tappezzerie a fiori.
Manca una vera e propria hall, e l'ingresso è un po' angusto, come inesistente è una lounge.






La nostra camera affacciava sull'ingresso dell'hotel, con una finestra circondata da vegetazione rampicante di gran effetto. Travi a vista e pietra calcare decoravano le pareti e il soffitto, e alcuni oggetti e un comò antico davano un tocco suggestivo al resto della camera.

particolare nostra camera

particolari del nostro bagno


















il bagno

Il bagno sempre caratterizzato dalla pietra era un po' scomodo e la finestra non si poteva aprire per la vegetazione esterna che coprendola lo impediva.


La sala della colazione non era niente di che, e quindi si può anche decidere di consumarla altrove. Molto buono invece il ristorante dove abbiamo cenato una sera.

Se si vuole trovare lo charme dell'antico è un indirizzo da consigliare, non bisogna tenere conto di eventuali servizi che altri alberghi mettono a disposizione, ma dato il costo abbastanza contenuto, non si può pretendere di più.




RISTORANTE                                      LA COULEUVRINE
                                                             ristorante dell'albergo

GIUDIZIO
sala ristorante
Questo è uno dei quei casi in cui il ristorante di un albergo è migliore dell'hotel in cui si trova. Sia l'ambientazione, sia l'offerta gastronomica che il servizio, sono certamente ad un livello superiore.
In una sala che nel suo passato ha ospitato le riunioni delle Consulte, su un grande camino del XIII secolo è posta una couleuvrine, ciò che dà il nome all'hotel, arma che serviva per difendere le mura della città.



La cucina è quella del territorio dove foie gras è naturalmente tra le specialità offerte, con piatti ben presentati senza banalità, su tavole ben apparecchiate ed in un'atmosfera molto intima.


saletta al piano superiore


RISTORANTE                               LE PETIT MANOIR
                                                      www.lepetitmanoir-sarlat.com
                                                       13 rue de la Republique
                                                       05 53 29 82 14

GIUDIZIO
portali d'ingresso al ristorante
Nel dedalo delle vie di Sarlat, questo manoir è la giusta location per sentirsi avvolgere da un'atmosfera di fascino antico.
Varcato il bel portale sormontato da una scritta latina, ci si trova nel cortile dove d'estate si può pranzare o cenare all'aperto. Noi abbiamo voluto cenare all'interno, per poter godere del locale, dove le sale sono arredate in modo differente e curato.

sala ristorante

La cucina è ben fatta con piatti classici della cucina perigordina, ma anche con proposte creative. Ma come non scegliere i piatti della regione? In una zona della Francia rinomata per la qualità dei suoi prodotti internazionalmente riconosciuti, mi sembra un'occasione mancata preferire divagazioni sul tema!
Il ristorante è molto conosciuto e frequentato, quindi la prenotazione è quasi d'obbligo, sopratutto nei mesi estivi.


DINTORNI DI SARLAT

DOMME

SITO TURISTICO www.ot-domme.com
UFFICIO TURISTICO  place de la Halle
panorama da Domme

Questa Bastide Royal, classificata tra i villaggi più belli di Francia, dona una veduta unica sulla Dordogna.
Si passeggia tra vie tranquillissime con case in pietra abbellite di rose rampicanti e vasi di fiori variopinti. Le sue mura del XIII secolo l'hanno difesa dai nemici resistendo a loro e al tempo che è passato.
Anche le porte sono ancora ben conservate con reperti che testimoniano il passaggio dei Cavalieri Templari.

porta delle Torri




LA ROQUE GAGEAC

La Roque Gageac
               
Questo villaggio è considerato tra i più belli di Francia, dopo Mont Saint-Michel e Rocamadour.
E' davvero pittoresco, con le sue case giallo miele allineate tra la Dordogna e la rupe scoscesa alle spalle, abbellito da palazzi signorili e piante lussureggianti...qui crescono piante tropicali quali il banano, nel JARDIN EXOTIQUE, grazie al suo clima temperato dovuto alla sua particolare esposizione,
Il MANOIR DE TARDE invece ci ricorda la permanenza di Galileo in questo maniero ospite del canonico e uomo di scienze Jean Tarde, suo amico.

Manoir de Torde
Da questo villaggio coreografico si può partire per una passeggiata in Gabarre, l'antica imbarcazione a fondo piatto che serviva a trasportare le merci sul fiume e che giunta a destinazione veniva venduta insieme al carico.

GABARRE NORBERT
www.gabarres.com
Orari:   10.00/18.00
da aprile ad ottobre  
Costo 8,50€   durata 55'

scorcio di La Roque Gageac
chiesetta di La Roque Gageac


La Roque Gageac

In questo villaggio che si inerpica verso la falesia con viottoli e scale, si può acquistare dell'ottimo foie  gras, e abbiamo trovato un negozio ricavato nella roccia, dove una gentilissima signora ci ha spiegato in modo esauriente le differenze tra terrine, mousse e il vero foie gras.







CASTELNAUD LA CHAPELLE

borgo e castello di Castelnaud
Di questo borgo si può visitare il suo castello che si affaccia sulla Dordogna regalando dei panorami sul fiume e sulla vallata indimenticabili.
Le sue origini risalgono al XII secolo, e i proprietari si sono susseguiti a seconda di come le guerre, vuoi di religione, vuoi contro l'Inghilterra, li facessero divenire i padroni.
All'interno è stato allestito un museo della guerra nel medioevo, con una grande collezione di armi antiche.



panorama sulla Dordogna
www.castelnaud.com
Orari: 10.00/18.00
febbraio/marzo e Ottobre/11 novembre
           10.00/19.00
aprile/maggio/giugno/settembre
           9.00/20.00 e visita notturna 20.15
lugio/agosto
           14.00/17.00
12 novembre/ dicembre/gennaio 
Costo 8,20€  visita notturna 11€



RISTORANTE                         LES TILLEULS
                                                 le Chateau

GIUDIZIO
Questo ristorantino posto ai piedi del castello, con terrazza panoramica sulle sue possenti mura, è un valida sosta per recuperare l'energie e poter proseguire l'itinerario.

BEYNAC-ET-CAZENAC

castello di Beynac


Roccaforte della monarchia francese fu opposta al nemico castello di Castelnaud che gli si pone davanti, fedele invece agli inglesi. La roccia su cui sorge è alta 200m. e ha fatto sì che il castello fosse inespugnabile.
Si visitano la cappella con affreschi, il torrione romanico la Sala degli Stati e gli appartamenti baronali del XVI/XVII secolo.

panorama sul fiume










interno castello
                                                                                         

interno castello
merli










www.beynac-perigord.com
Orari: 10.00/18.00
Costo 7,50€    


CHATEAU DES MILANDES

Chateau des Milandes
Il castello del XV secolo è divenuto famoso per una sua proprietaria: Josephine Baker, la ballerina afro-americana che con le sue apparizioni osè scandalizzò e sedusse il pubblico degli anni venti.

Si visitano gli ambienti dove lei ha vissuto con i 12 figli adottati in tutto il mondo, ed è una sorta di museo che ricorda i suoi successi e la sua vita di persona non comune.



cappella del castello

La visita si completa visitando il giardino ed assistendo ad uno spettacolo di rapaci della durata di 30'.

www.milandes.com
aperto da aprile ad ottobre
Orari: aprile/maggio       10.00/18.30
           giugno/ 10 luglio  10.00/19.00
           11 luglio/agosto     9.30/19.30
           settembre             10.00/19.00
           ottobre                 10.00/18.15
Costo  9€


Chateau des Milandes
CONCLUSIONI
Prima di andare ad abitare in Francia non conoscevamo le bellezze di questa regione francese; l'abbiamo scoperta grazie alle descrizioni fatteci da amici francesi che, conoscendo il nostro amore per i luoghi ricchi di storia ed affascinanti, ce ne hanno descritto la bellezza.
Spero che, a chi come noi non avesse sentito parlare molto di questa zona, possa aver stuzzicato l'attenzione e la voglia di scoperta.
Credetemi, sarà un viaggio appagante sotto più punti di vista: culturale con la sua storia, i suoi castelli, e le sue bastide...paesaggistico con i panorami che la Dordogna offre lungo le sue rive ricche di fauna e flora...gastronomico, con tutte le sue specialità che deliziano anche i palati più raffinati...rilassante perché come tutti i corsi d'acqua la Dordogna regala momenti di pace e rigeneranti.





Nessun commento:

Posta un commento