venerdì 27 aprile 2012

La Penisola del Cotentin: La Hague



Il Cotentin o Penisola di Cherbourg, è quella zona della Manche in Bassa Normandia che dal Canale della Manica si estende sino sotto a Granville.
E' una zona che conosciamo molto bene, avendola esplorata quanto possibile nei nostri tre anni passati a Cherbourg.

Il nome Cotentin deriverebbe da Costentin, che a sua volta deriverebbe da Pagus Costentiensis, ovvero regione della città di Coutances che aveva preso il nome in epoca romana da Costanzo Cloro.

Volendo raccontare più siti, dividerò idealmente il Cotentin in più zone:
il nord con le "bout du monde" ovvero Cherbourg,
il nord-ovest con la zona naturalistica del La Hague,
il nord-est con i porti de la Val de Saire,
il sud-est con le spiagge dello sbarco,
il centro con Valognes e Coutances, i castelli e i manieri,
il sud-ovest con le coste della baia di Mont Saint-Michel e le abbazie.

SITI TURISTICI                   www.cotentin-tourisme.com
                                            www.encotentin.fr

LA HAGUE



SITI TURISTICI                       www.lahague-tourisme.com
                                                 www.lahague.com
UFFICIO TURISTICO               45 rue Jallot       Beaumont Hague

Una zona aspra e incontaminata, dove la natura è la vera protagonista, nonostante che la zona sia più conosciuta per la centrale nucleare di Flamanville e il centro di trattamento materiali nucleari Areva.
Il paesaggio appare selvaggio, le sue coste sono ricoperte da pascoli con muretti a secco dove mucche e cavalli sono le sole presenze animate.
Il litorale è spazzato dai venti, che rendono le spiagge dei veri paradisi per surfisti che durante tutto l'arco dell'anno affrontano il freddo mare per divertirsi tra le onde.
Le scogliere sono vertiginose, e a Le Nez de Jobourg raggiungono i 128 m di altezza, la scogliera più alta d'Europa.
Le spiagge sono di sabbia chiara e le acque gelide anche d'estate sono cristalline, increspate dalle onde che con il loro infrangersi sono il solo rumore che si avverte oltre al verso dei gabbiani.
Questa è una zona dove i turisti non vengono, perché troppo lontana dalle rotte abituali, ma che naturalisti e turisti amanti delle passeggiate nella natura conoscono: un sentiero lungo la costa, lungo 80 chilometri, chiamato "dei Doganieri", ricalca i percorsi che venivano fatti dalle guardie per contrastare i contrabbandieri.
Spiagge, dune, alte scogliere e fari lungo la costa, villaggi minuscoli con piccole chiese e giardini, manieri e castelli nell'interno.
E' un luogo dove perdersi imboccando strade che non sai dove portino, ma che sicuramente regalano paesaggi, scorci e vedute stupende.



 ______________________________

Chateau de Nacqueville

CHATEAU DE NACQUEVILLE
www.nacqueville.com
Il parco all'inglese di questo castello rinascimentale privato del XVI/XVII secolo, è aperto al pubblico, ed insieme ad esso si può visitare anche la sala delle guardie.
E' un bellissimo sito abbellito da corsi d'acqua, creato nel 1830 da Hippolyte de Tocqueville, dove si possono apprezzare due sequoie giganti, arum, ortensie, azalee e rododendri alti anche 10m.
Nacqueville
Orari: 1 maggio/30 settembre 12.00/17.00
il martedì, giovedì, venerdì, domenica e festivi
Costo 6€


Chateau de Nacqueville


parco del castello

parco del castello di Nacqueville

viale di ortensie nel castello di Nacqueville


 ______________________________

GOURY
faro di Goury



Goury è una piccola località della costa dal grande fascino.
Un faro con intorno un arenile fatto dei tipici ciottoli, le cosiddette galet, fu costruito nel 1837 per segnalare la costa alle navi di passaggio che troppo spesso naufragavano per una delle correnti marine più forti del mondo, che proprio in questa zona si trova.



porto di Goury

Sempre per questo motivo dal 1870 si è costruito un piccolo porto per il salvataggio delle imbarcazioni con una barca di soccorso che scivola in mare su un binario direttamente dall'hangar che la custodisce, ed è un insolito spettacolo vederla uscire o rientrare con un gran movimento di uomini intorno alle manovre.
Tutt'intorno bocage, pascoli di mucche silenziose e cavalli che si rincorrono.


barca di salvataggio

Romantico è fare un picnic in prossimità del faro quando qui d'estate il sole scompare nel mare verso le 22.00, attenti soltanto a non fare avvicinare troppo i gabbiani attirati dal cibo.
Un idillio, sino a quando il mare non decide di dare spettacolo, con il suo schiumeggiare in tempesta.






RISTORANTE                             AUBERGE DE GOURY
                                                       www.aubergedegoury.com
                                                       Pointe de Goury
                                                       02 33 52 77 01
                                                       50440 Auderville

GIUDIZIO
All'estrema punta di Cap de la Hague si trova questo ristorante con tre sale arredate in stile marinaro e con camino dove si cuoce il pesce sulla legna.
L'estate si può mangiare anche sulla terrazza proprio davanti al piccolo porto.
La cucina è semplice ma ricca di sapori, i sapori del mare nel piatto, che con la loro freschezza rendono la cena un piacere.
Da provare sono sicuramente l'homard (l'astice) e i frutti di mare.










RISTORANTE                             LA MALLE AUX EPICES
                                                       www.lamalleauxepices.com
                                                       02 3352 77 44
                                                       50440 Auderville

GIUDIZIO
L'entrata di questo ristorante sulla strada per il faro di Goury, non è delle più invitanti, apparendo un bar/tabaccheria senza troppe pretese.
L'atmosfera poi diviene un po' esotica, di un viaggio sulla via delle Indie, molto rilassante. Ci si può accomodare ad un tavolo o su pouf, degustando piatti fusion in un buon connubio con le spezie usate con giusta moderazione, presentati a dovere su piatti in ardesia.
La prenotazione è consigliabile dato che è molto gettonato soprattutto dal pubblico giovane.

______________________________


PORT RACINE



Port Racine
E' il più piccolo porto francese di 800mq, e prende il nome dal corsaro Françoise Médard Racine, vassallo di Napoleone che lo costrì nel 1813 e usò questo sito per trovare rifugio o attaccare con la sua goletta "Embuscade" le navi che passavano per questa striscia di costa, commerciando con le isole inglesi.
Fu ricostruito tra il 1870 e il 1886 dai pescatori del posto.
E' un angolo di paradiso, riparato dalla collina che lo circonda, soprattutto quando questa si riempie di ortensie fiorite.




JARDIN BOTANIQUE DE VAUVILLE 
www.jardin-vauville.fr
Non lontano si trova il Castello di Vauville con il suo giardino botanico, con vista sul mare, con 900 specie di piante esotiche provenienti dall'emisfero meridionale.
E' stato creato dal 1948 dopo che la guerra aveva ridotto in rovina la proprietà.
Nella chiesa del villaggio, in agosto si possono ascoltare concerti con continuazione dell'ascolto della musica anche nel giardino botanico, con degustazione di prodotti tipici locali e spiegazioni del sito.
All'interno si trovano una sala da tè e una boutique con attrezzi e libri di giardinaggio, e vendita di piante.
Vauville
Orari: 31 marzo/28 ottobre  tutti i giorni  14.00/18.00
          in ottobre solo             nei weekend 14.00/18.00
Costo 7€
con visita guidata di 90'  8€


colombaio del Manoir du Tourp
LE MANOIR DU TOURP
In questo maniero si può scoprire ed apprezzare il patrimonio culturale e naturale della Hague sotto tutti i punti di vista, visitando le sale della sua esposizione permanente.
Si visitano anche il giardino con la piccionaia e la cappella.







cappella del Manoir du Tourp


L'entrata è libera.
Omonville-la-Rogue
Orari:11 febbraio/6 aprile         14.00/18.00
          7 aprile/29 giugno            14.00/18.00
          domenica e festivi            10.30/18.00
          1 maggio chiuso
          30 giugno/2 settembre     10.30/19.00
          domenica e festivi            10.30/18.00
          3 settembre/7 novembre  14.00/18.00



corte interna al Manoir du Tourp

Manoir du Tourp


giardino J.Prevert
JARDIN JACQUES PREVERT
Sempre nella zona si trova un vialone dove Jacques Prevert amava passeggiare, e dove alla sua morte, sua moglie con gli amici del poeta e soprattutto con Gerard Fusberti suo amico intimo e proprietario del giardino, hanno creato un'oasi dove coloro che sono stati vicini a Prevert hanno piantato un albero, un cespuglio o lasciato qualche parola, e dove brani delle sue poesie rimangono in testimonianza della sua arte.
Saint-Germain-des-Vaux
Orari: Pasqua/1 ottobre  14.00/19.00
venerdì chiuso
Costo 5€



giardino J.Prevert



giardino J.Prevert

giardino J.Prevert






interno casa di J.Prevert
CASA DI JACQUES PREVET
Questa è l'ultima residenza dove Prevert ha passato i suoi ultimi anni di vita.
Si visitano il suo atelier, il giardino e si può vedere un film sulla sua vita.
Si lascia l'automobile vicino alla chiesa e si prosegue a piedi per 10'.
Omonville-la-Petite
Orari: 1 aprile730 maggio  14.00718.00
          giugno e settembre    11.00/18.00
          luglio/agosto              11.00/19.00
Costo 4,20€

casa di J.Prevert

tomba di J.Prevert

giardino e casa J.Prevert


RISTORANTE                                 LE MOULIN A VENT
                                                          www.le-moulin-a-vent.fr
                                                          10 route de Port Racine
                                                          02 33 52 75 20
                                                          50440 Saint-Germain-des-Vaux

GIUDIZIO
Dalla sala di questo ristorante gastronomico si può vedere il mare e la costa.
L'ambiente è moderno e minimalista, con belle composizioni floreali.
La cucina è ben fatta, con prodotti locali arricchiti con una equilibrata fantasia.
La presentazione è accurata e il pane molto buono (anche se in Francia non è così raro trovarne di ottimi).


______________________________



FLAMANVILLE
castello di Flamanville
Villaggio della costa che ha avuto un rilancio economico grazie alla costruzione della centrale nucleare presso Dielette, il suo porto, e dove il decoro pubblico è messo in evidenza da fiori e piante sempre ben curate.
Il suo chateau è stato da poco restaurato per poterlo adibire a concerti e manifestazioni culturali, e il suo giardino con laghetto e colture di dalie (1150 varietà), offre un oasi di relax per chi lo visita.
L'entrata al parco è libera.
www.flamanville.fr


castello di Flamanville

castello di Flamanville


esposizione di dalie al castello di Flamanville

dalie al castello di Flamanville


RISTORANTE                             LE SEMAPHORE 
                                                      www.restaurantlesemaphore.com
                                                      1 chasse de la Houe
                                                      02 33 52 18 98
                                                      50340 Flamanville

ristorante Le Semaphore
GIUDIZIO
Era una torre per segnali ottici della marina militare costruito nel 1867 ed è poi divenuto un ristorante con una vista spettacolare sulla costa e sulle isole Anglo-Normanne.
Dalle tre sale il panorama è un complemento alla degustazioni di piatti di pesce e frutti di mare.



  




RISTORANTE                                 LE P'TIT BOURG
                                                          www.leptitbourg.com
                                                          Place du Petit Bourg
                                                          02 33 03 23 84
                                                          50340 Les Pieux

GIUDIZIO
Avendo vissuto per alcuni mesi a Les Pieux conosciamo molto bene questo ristorante gastronomico, piccolo ma dove tutto è curato per regalare momenti intensi per i sensi dell'olfatto, del gusto e della vista.
Non c'è da stupirsi quindi di mangiare con una vaschetta con un pesce rosso nel centro della tavola, fa parte della decorazione insolita della "mise en scene" di questo luogo.
La cucina è ottima, e bisogna provare il piccione per capire il livello di capacità delle cotture.
Anche il pane è degno di nota, nelle diverse varianti.
Un ottimo indirizzo che noi abbiamo avuto il piacere di provare anche come catering al castello di Flamanville per un dopo concerto di Ferragosto: una vera prelibatezza e raffinatezza!
                                                         

CHAMBRES D'HOTES                  CHATEAU DU ROZEL
                                                         www.chateau-du-rozel.com
                                                         02 33 52 95 08
                                                         50340 Rozel
                                                         camera de l' Ecuyer 120€
                                                         colazione inclusa

GIUDIZIO
entrara al castello
Questo castello circondato da mura e torrette, sorge non lontano dalla riva del mare, di fronte alle isole Anglo-Normanne.
Un compagno di Guglielmo il Conquistatore ne fu il primo proprietario, e gli elementi architettonici variano da quelli del XIII secolo a quelli del XIX secolo.
In diversi edifici trovano una collocazione di charme sia camere che cottage.
La nostra camera de l' Ecuyer  era arredata con eleganza in stile classico, ed era di grande dimensioni. Il bagno molto spazioso aveva sia la vasca che la doccia.







la nostra camera de l'Ecurye

 
Tutte le finestre davano sulla corte interna e da esse si poteva vedere il mare.
Dovendo partire molto presto, la proprietaria del castello ci ha lasciato tutto l'occorrente per prepararci personalmente la colazione nella sala del logis adibita a questo scopo, dove argenteria, porcellane e biancheria da tavola ricamata erano messi a nostra disposizione.
Lo charme di questo luogo rimarrà nei nostri ricordi.

la nostra camera



giardino del castello


logis del castello

corte del castello


mura di cinta del castello


corte del castello

sala colozione

sala colazione

salotto del castello

edifici del castello

________________________________


SPECIALITA'                                        MAISON DU BISCUIT
                                                               www.maisondubiscuit.fr
                                                               Place Costard
                                                               50270 Sortosville en Beaumont

Maison du biscuit

GIUDIZIO
Maison du biscuit
E' una fabbrica di biscotti antica e molto conosciuta.
Ultimamente ha intrapreso dei lavori di restauro che l'hanno trasformata esternamente in una serie di case di una strada del 1903, un po' disneyiana.











interno del negozio




L'interno è un vero paradiso per i golosi e gourmand di tutte le età: tutto quello di più prelibato, ricercato, raffinato, introvabile che possa riguardare la gastronomia si stia cercando, qui lo si trova, insieme ad una produzione di buonissimi biscotti della casa.



ambientazione retrò del negozio


Non si può uscire da questo grande negozio senza portarsi a casa molte delizie che ci costeranno mesi di dieta!
Annesso al negozio c'è una sala da tè in stile inglese dove prendere una buona tazza di tè, cioccolata o caffè e degustare una selezione dei loro famosi biscotti.



Maison du biscuit


CONCLUSIONI
Del grande pittore Millet nato a Greville-Hague e della sua casa natale divenuta museo, ho riportato notizie nel post "Alla ricerca di Vincent Van Gogh".


2 commenti:

Marty ha detto...

In questi posti vedo poesia ovunque: mi confermerebbe Prevert, non a caso, prima di me!
Belli belli!

Unknown ha detto...

Visitati questi posti recentemente. Bellissimi, frizzanti e allo stesso tempo malinconici. Da viverci in alcuni periodi dell ' anno

Posta un commento